Ultime Notizie

Consigliati da Pula.it

 

 

 Carla Bley al piano ed è jazz, la musicista il 20 luglio a Nora.

I l jazz è morto? Per alcuni sì. Magari ammettono che è stata la musica più bella del Ventesimo secolo, ma ora che per motivi anagrafici quasi tutti i grandi maestri se ne sono andati, è finito. Sarà. Sta di fatto che quando arriva l'estate, in Italia, dove in questi mesi si può addirittura pensare che il nostro Paese diventi la casa della musica afroamericana tanta è l'abbondanza di concerti, le città, i paesi, i posti al mare o in montagna, risuonano di jazz. E luglio è il mese più affollato di eventi, quello in cui le star americane arrivano dall'altra parte dell'oceano per fare il pieno di pubblico, di applausi, e di soldi, visto che in America, terra dove il jazz è nato e si è sviluppato, i loro cachet sono decisamente inferiori a quelli percepiti in Europa. Non c'è luogo, insomma, che si sottragga alla consueta passerella di big internazionali e italiani. Talvolta anche di casa nostra. 
A una trentina di chilometri da Cagliari, da sette anni si svolge il Nora Jazz Festival (questa volta in versione itinerante), che può contare su bei nomi e su uno splendido teatro romano elevato a valore aggiunto, nonostante un restyling che da anni si fatica ad apprezzare, per non dire altro. Qui, il 20 luglio, la pianista californiana Carla Borg Bley, tra le figure femminili più influenti del jazz moderno, ottant'anni compiuti lo scorso l'11 maggio, aprirà il festival in compagnia di Andy Sheppard, sax tenore e soprano, Steve Swallow, basso elettrico, fedeli partner che da più di vent'anni sono al suo fianco dal vivo e in sala di registrazione. Presenti naturalmente anche nel nuovo lavoro uscito da poco per l'Ecm, “Andando el Tiempo”, arrivato a quattro anni di distanza da “Trios”. 
Le novità che caratterizzeranno l'edizione di quest'anno saranno due. Gli appuntamenti del dopo concerto e quelli che invece si svolgeranno a Pula. Per quanto riguarda i primi, lo spazio Jazzino, che verrà allestito all'ingresso, ospiterà il 20 il duo voce-pianoforte formato da Joe Perrino e la pianista Claudia Piras con il progetto “Canzoni d'amore a mano armata”. Il 3 agosto sarà la volta del trio sassarese Las Flores: Silvia Pilia, voce, Francesca Fadda, violino, Sabina Fadda, chitarra. Il 29 a Pula alle 20.30 in Piazza Chiesa, il rodato gruppo brasileiro BandAcai, guidato dalla bella voce di Silvia Piras, con Giuseppe Baldino alla chitarra, Antonello Carta, fisarmonica, Piero Di Rienzo, basso, Alessandro Garau, batteria. In Piazza del Popolo alle 22.30 lo swing del sestetto Italian Mood Project: David Costantino, voce, Ignazio Puddu, chitarra, Daniele Carboni, chitarra, Matteo Cuccu, fisarmonica, Andrea Lai, basso, Alessandro Marras, batteria. Il 31 altro doppio appuntamento sempre negli stessi orari e negli stessi luoghi . Di scena il Singin' Swingin di Riccardo Melis e la Big band di Paolo Nonnis formata da quattordici elementi e rinforzata per l'occasione dalla presenza del crooner Marco Cocco. Chiuderà il 3 agosto “Uomini in frac”, omaggio al sommo Domenico Modugno, con l'istrionico cantautore Peppe Servillo, Fabrizio Bosso, tromba, Javier Girotto, sassofoni, Rita Marcotulli, pianoforte, Furio Di Castri, contrabbasso, Mattia Barbieri, batteria. Chapeau.
Carlo Argiolas

 
Fonte:  http://www.unionesarda.it/articolo.aspx?articolo=3122668&data=20160630&Sardegna
Data:  30 giugno 2016